Apericena… Aperichè?!?!?

“Buongiorno è il Lavatoio Bistrot, mi dica!”

 

“Ah Salve, chiamavo per chiedere un preventivo per una rimpatriata che sto organizzando con le vecchie compagnie di classe… e il vostro posto ci pare davvero carinissimo per l’occasione!”

 

“Si certo, ci fa piacere che abbiate pensato a noi, mi dica pure tutto, come posso aiutarla?”

 

“Uhm… niente… l’idea è quella di organizzare una APERICENA,…. volevo sapere un po di prezzi, cosa ci potevate proporre….”

In questo esatto momento della conversazione al ristoratore succede nell’ordine:

  1. Salivazione azzerata
  2. Colorazione del viso da rosso a rosso pompeiano fino ad arancio aragosta.
  3. Rallentamento del battito cardiaco
  4. Perdita d’identità e delle normali funzioni vitali
  5. Altri effetti collaterali minori 

L’apericena.

Questo terribile termine coniato a Milano per gli aperitivi sui Navigli ed esportato ad ogni latitudine senza conoscerne il reale significato.

Apericena cioè?

Chiariamoci ragazzi perché senno non ci capiamo:

Cioè significa che vuoi mangiare come fosse una cena e vuoi spendere come fosse un aperitivo?

Oppure che arrivi a fare un aperitivo, cioè bere un buon Spritz assieme a qualche proposta della nostra cucina, ma non riesci ad arrivare per le 18 ma arrivi per l’orario di cena?

Oppure che vuoi cenare degustando proposte dalla cucina a scelta dello Chef e bevendo una buona bottiglia di vino?

 

La maggior parte delle volte il cliente che chiede una apericena intende la prima versione.

Il ristoratore, al contrario, è incerto fra la seconda o la terza.

 

E qui nasce un grosso problema.

 

Il problema è tutt’altro che banale, perché se tu che vuoi l’apericena vuoi spendere poco ma non vuoi rinunciare ad un bel posto, curato e in cui è piacevole stare, lo posso anche capire. Ma da parte del ristoratore, invece, è si importante accoglierti ma è ancora più importante poter farti sentire cosa propone la sua cucina, senza dover per forza rientrare dentro un tetto massimo in cui deve farci stare i 73 Spritz che bevete e le 3 – 4 bottiglie di Franciacorta che vi tracannate tutto compreso in un forfettizzato “volevamo stare sui 15-20 €”.

Anche perché alla fine, il poveretto,  sarà giudicato da quello che vi da da mangiare e non dal motivo per cui avete scelto di andare in quel posto (comfort, romantico, bel giardino, bel panorama, in centro, ecc ecc).

Insomma un bel guaio non siete d’accordo?

Noi al Lavatoio Bistrot non organizziamo “Apericene”. Se volete vi potete ritrovare nel nostro giardino a godervi degli ottimi aperitivi (abbiamo 8 tipi di Spritz diversi, di cui 5 sono ricette artigianali fatte ed elaborate da noi con frutta essiccata e oli essenziali 12) e mangiare tante cosine buone che vi offriamo molto volentieri assieme a ciò che volete bere.

Oppure vi possiamo preparare una cena contaminata da ogni tipo di esperienza: piatti mai banali, preparazioni curate, giardino meraviglioso, Jazz al giovedì, Sushi alla domenica, degustazioni di Vino al mercoledì e Libri da sfogliare ogni martedì.

 

Ma non chiedeteci l’apericena.

Anzi, fate i bravi.

Fate l’aperitivo dove più vi piace, ci sono dei barettini stupendi in Romagna.

Organizzate una cena dove più vi affascina, al Lavatoio o nei tanti ristoranti meravigliosi di Santarcangelo.

 

E se avete fame alle 18.30 fatevi una bella merenda!

 

Alla prossima,

 

Il Lavatoio Bistrot.